Spray Autoabbronzante: cos’è e come si usa

Avere un’abbronzatura al top, perfetta come se fossimo di ritorno da una prolungata vacanza ai Caraibi, è il desiderio di quasi tutte le donne.

Purtroppo, però, nella vita quotidiana difficilmente riusciamo a sfoggiare un’abbronzatura da fare invidia anche alle più belle modelle. Ciò perché gli impegni di lavoro, studio o la famiglia ci impediscono di essere costanti nell’esposizione al sole.

Allora, se alcune donne preferiscono ricorrere ai raggi ultravioletti, altre, invece, preferiscono ricorrere all’innovativa abbronzatura spray.

Questa, del resto, risulta essere non solo la soluzione meno impegnativa e più pratica, ma soprattutto quella più in voga del momento.

Il punto di forza dello spray autoabbronzante è innanzitutto quello di donare un’abbronzatura perfetta, senza però arrecare danno alla salute della nostra pelle, come potrebbe invece accadere sottoponendosi alle lampade abbronzanti.

Cos’è l’autoabbronzante

Lo spray autoabbronzante è un cosmetico, solitamente una crema, il cui principio attivo è il diidrossiacetone comunemente noto con l’abbreviazione DHA.

Il diidrossiacetone è un estratto del tutto naturale, ricavato dalla canna da zucchero. Il DHA agisce sulle cellule cheratiniche dello strato più esterno della nostra pelle, riuscendo a scurirle.

Occorre precisare, però, che la crema autoabbronzante non è uno stimolante della produzione di melanina, né un prodotto capace di accelerare l’abbronzatura naturale.

A scanso di equivoci, inoltre, occorre precisare che lo spray autoabbronzante non è neppure una protezione solare.

In altri termini, lo spray autoabbronzante è una sorta di cosmetico della pelle per consentirci di indossare gonne e sorta anche ad inizio stagione, coprendo la carnagione eccessivamente bianca, segno di un inverno appena concluso.

L’effetto dello spray autoabbronzante dura in media dai 7 ai 12 giorni. Tuttavia gli esperti consigliano di continuare ad applicare il prodotto ogni settimana, affinché sia possibile mantenere il più a lungo possibile l’effetto abbronzante, nonché per ottenere il colorito desiderato.

Sul mercato, oggi, esistono innumerevoli qualità di spray autoabbronzanti che non solo promettono di donare un effetto dorato alla nostra pelle, ma agiscono su di essa idratandola e rendendola visibilmente più sana. Questo è reso possibile dalla presenza negli autoabbronzanti anche di vitamina E, aloe vera, acido ialuronico, olio di Argan, caffeina ed altri agenti snellenti che levigano la nostra pelle, facendola apparire più giovane e luminosa.

In commercio, inoltre, esistono diversi spray autoabbronzanti tra cui è possibile scegliere a seconda che si desideri un effetto più immediato ed intensivo o meno.

Come si usa lo spray autoabbronzante

Per ottenere un’abbronzatura ideale occorre, innanzitutto, scegliere la giusta tonalità. Sicché, qualora la pelle dovesse avere un colore chiaro, occorrerà acquistare una tonalità chiara o medio chiara.

Qualora, invece, la pelle dovesse avere un colore olivastro, allora bisognerà acquistare uno spray autoabbronzante dal colore più scuro.

Affinché il prodotto possa ben attecchire sulla pelle è indispensabile depilare le zone interessate. Questo procedimento è importante dal momento che la presenza del pelo impedisce una distribuzione uniforme sella crema.

Dopo un’adeguata depilazione, il secondo passo da compiere è l’esfoliazione della pelle.

Anche questo passaggio è importante, poiché se la pelle si presenta secca e squamata si troverà maggiore difficoltà a spalmare uniformemente il prodotto e si potrebbe rischiare di ottenere una tintarella a macchie, assolutamente antiestetica.

Inoltre, dopo l’esfoliazione sarà certo che la crema o spray agirà su uno strato di pelle nuovo, e con buone probabilità durerà anche più a lungo.

A questo punto basterà indossare un paio di guanti in lattice ed applicare il prodotto con movimenti ampi e circolari, rispettando il tempo indicato sulla confezione.

Infine, prestate attenzione alle articolazioni, alle caviglie ed ai polsi, dove il prodotto dovrà essere più sfumato. In questo modo l’abbronzatura apparirà decisamente più naturale.

 

Lascia un commento

Messaggi correlati

Bava di lumaca: usi, proprietà e prezzi

La bava di lumaca è diventato un elemento quasi essenziale da utilizzare come base

Crema corpo con buon inci
Crema Corpo Buon INCI: come sceglierla

Al giorno d’oggi l’offerta di cosmetici e trattamenti per il corpo è davvero molto

Migliore crema solare
Come scegliere la migliore crema solare

Come scegliere la migliore crema solare ? Al giorno d’oggi proteggere la propria pelle dai

Creme solari neonati
Creme solari per Neonati e bambini: come scegliere quella più adatta

L’estate si avvicina, con le sue giornate calde di sole e mare: diventa quindi

Come scegliere la crema solare
Come scegliere la crema solare?

Con l’arrivo della bella stagione, del caldo e delle giornate all’aria aperta e al

Smagliature in gravidanza come prevenirle
Smagliature in gravidanza: come prevenirle

Il momento della gravidanza per ogni mamma è qualcosa di speciale e indimenticabile, che

Elicriso proprietà
Elicriso Proprietà, Uso e Controindicazioni

L’Elicriso o Helichrysum italicum (fonte wikipedia) è una pianta appartenente alla famiglia delle Composite e

Dermatite atopica neonati
Dermatite atopica nei neonati

Che cosa è la Dermatite Atopica nei Neonati? La Dermatite Atopica nei neonati è un’infiammazione

Prodotti naturali bagnetto neonato
Prodotti per il Bagnetto dei Neonati: controlliamo gli ingredienti quando li compriamo?

La pubblicità ci bombarda, facendoci credere che tutto è buono e salutare, perfino i