Mal di gola e rimedi naturali

Il mal di gola (in medicina“faringite”) è un’infiammazione della faringe che provoca difficoltà nel deglutire e talvolta può essere accompagnata da raffreddore, febbre o tosse.

Soltanto nel caso in cui non sia stata provocata da virus (in genere l’Adenovirus), ma da batteri può essere curata tramite antibiotici. In quest’articolo vedremo quali sono i rimedi naturali che possiamo adottare quando il nostro mal di gola non è in fase critica, ma agli esordi.

Questo post non è comunque sostitutivo di un parere del vostro medico o del vostro farmacista di fiducia: lo scopo è soltanto quello di indicare i rimedi della nonna per contrastare il problema quando sorge. Nel momento in cui ci si dovesse trovare in uno stadio che necessita di una cura farmacologica, previo assenso degli esperti a cui abbiamo fatto riferimento, si può ricorrere a farmaci antinfiammatori come Oki Bustine, Flomax o similari. Veniamo, ora, a noi e concentriamoci sui principali trattamenti casalinghi.

Miscele, gargarismi e altri rimedi naturali contro il mal di gola

Preparare una miscela con del succo di limone, un po’ di miele e dell’estratto di zenzero può alleviare i sintomi della faringite: basta consumarla un paio di volte al giorno. Il miele può essere unito all’aceto di mele per un’azione lenitiva del dolore alla gola. La liquirizia, per le sue proprietà immuno-stimolanti, è un altro rimedio efficace contro il mal di gola: può essere usata in un infuso col limone o semplicemente masticata.Lo zenzero, per le sue proprietà anti-infiammatorie, può essere bollito nell’acqua per un infuso da consumare con l’aggiunta di limone e miele. Una tisana molto “golosa”, ma davvero efficace contro il mal di gola, è quella alla cannella. Basta far bollire una tazza d’acqua, sciogliervi 2 cucchiaini di mielee 3 di cannella in polvere e aggiungervi una manciata di pepe.

Effettuare dei gargarismi con il succo di limone può bruciare inizialmente ma disinfetterà la gola e darà sollievo. Per i gargarismi, al succo di limone può essere aggiunto mezzo cucchiaino di peperoncino, che grazie alla sua capsaicinasi rivela un perfetto anti-infiammatorio, antivirale ed antibatterico. Un’altra pianta che può essere usata per i gargarismi è la salvia,o meglio il suo olio essenziale, un vero e proprio concentrato di antiossidanti ed antibatterici. Gargarismi possono essere effettuati anche con la santoreggia, lasciata in infusione in acqua bollente e poi filtrata.

La malva e la corteccia d’olmo, grazie alle loro mucillagini, agiscono come protettrici delle mucose perché creano un gel in grado di avvolgere i tessuti molli della gola, riducendo l’infiammazione e il dolore. Basta versare due cucchiaini di corteccia di olmo in due tazze di acqua bollente, coprire e lasciar riposare per cinque minuti e poi filtrare.

L'articolo ti è piaciuto? Vuoi condividerlo con un amico che ha la stessa necessità? Grazie.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Vuoi ricevere in anteprima le nostre novità?
Scrivi il tuo indirizzo email e sarai iscritta alla nostra Newsletter.
Non solo!

Riceverai SUBITO (via email) uno Sconto di 5euro per acquistare nel nostro e-shop.

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Lascia un commento